Adrienne von Speyr (1902-1967)

100

Nata il 20.10.1902 a La Chaux-de-Fonds, e morta il 17.9.1967 a Basilea, calvinista e poi, dal 1940, cattolica., di Basilea. Figlia di Theodor, oftalmologo, e di Laure Girard. ​1) (1927),sposata con Emil Dürr; 2) (1936), e Werner Kägi.

Studiò medicina a Basilea (1923-28), superando l’esame di Stato (1928). Nel 1931 aprì uno studio medico a Basilea. L’incontro con Hans Urs von Balthasar, teologo e futuro cardinale, non solo la condusse alla conversione, alla quale si era già preparata interiormente, ma fece anche nascere una forma di amicizia spirituale, estremamente ricca sul piano letterario, nota nella tradizione cristiana (per esempio tra Francesco di Sales e Giovanna Francesca di Chantal).

Dopo la sua conversione visse esperienze mistiche, che guadagnarono intensità e spessore teologico attraverso il dialogo con Balthasar, a cui Adrienne dettò le proprie intuizioni e visioni, che erano strettamente legate alla Bibbia e costituivano in gran parte commenti a testi sacri. Nei suoi scritti spirituali i temi della confessione, dell’obbedienza, della redenzione e della teologia del Sabato Santo occupano una posizione centrale. Con Balthasar fondò la comunità di S. Giovanni, ist. secolare per donne, uomini e sacerdoti, riconosciuto dalla Chiesa, che intendeva rendere una testimonianza cristiana sulla base della spiritualità di Ignazio di Loyola e dei due fondatori. I libri di S. furono tradotti in numerose lingue.

L’opera completa comprende 62 volumi ed è uscita presso la casa editrice Johannes a Einsiedeln, fondata da Balthasar. Quest’ultimo sottolineò con enfasi l’influenza che la Von Speyr esercitò sulle sue proprie opere.

“Riflessioni” Blog di Francesco Macri

Sito: Cambridge Core

Ignatius of Loyola and Ignation Spirituality in the Life and Writings of Adrienne von Speyr

Discerning Hearts

The prince of serendip

The First Things

Adrienne von Speyr