• ESERCIZI SPIRITUALI

    Un corpo per mantenersi in forma deve allenarsi con esercizi fisici.
    Anche l’anima deve fare Esercizi Spirituali se vuole restare sul crinale dell’unione con Dio

La missione spirituale della Fondazione Maria Valtorta

La Fondazione Maria Valtorta si occupa di organizzare e promuovere incontri spirituali, in più date e in vari luoghi. In modo particolare organizza gli Esercizi Spirituali di S. Ignazio di Loyola, per la loro vicinanza con la modalità valtortiana di raccontare la vita di Nostro Signore Gesù Cristo.
I corsi vengono organizzati in diverse città italiane e durano sempre cinque giorni: da lunedì a mezzogiorno fino a sabato dopo pranzo. Di fatto si tratta di una “full immersion” spirituale.

Col nome di Esercizi spirituali s’intende ogni modo di esaminare la coscienza, di meditare, di contemplare, di pregare oralmente e mentalmente e di altre attività spirituali.

“Infatti, come il passeggiare, il camminare, il correre sono esercizi fisici, così si dicono Esercizi Spirituali ogni modo di preparare e disporre l’anima a togliere tutti gli affetti disordinati e, dopo averli tolti, a cercare e trovare la volontà di Dio nella disposizione della propria vita, per la salvezza della propria anima”.

(Sant’Ignazio di Loyola)

Esercizi Spirituali 2024

Quest’anno sono stati organizzati i seguenti corsi di Esercizi Spirituali:

  • da lunedì 24 a sabato 29 giugno —> IGNAZIANI;
  • da lunedì 5 a sabato 10 agosto —> VALTORTIANI;
  • da lunedì 9 a sabato 14 settembre —> IGNAZIANI.

Tutti i corsi si tengono presso la Parrocchia di Sant’Antonio Abate a Canevara (MS), dal pranzo di lunedì al pranzo di sabato inclusi.

Gli Esercizi Spirituali IGNAZIANI sono quelli di sant’Ignazio di Loyola, nel metodo di una settimana elaborato da padre Vallet; gli Esercizi Spirituali VALTORTIANI si ispirano ai primi e utilizzano i testi degli scritti di Maria Valtorta.

I posti sono limitati; si consiglia di prendere contatto per tempo, e se interessati pre-iscriversi.

L’iscrizione sarà completa SOLO con il versamento di una piccola offerta-caparra.

Per info e iscrizioni: +39 327 2024858 (telefonate, sms o Whatsapp); oppure esercizi@fondazionemariavaltorta.it.

Esercizi Spirituali 2023

Nel 2023 si sono svolti tre corsi di Esercizi Spirituali – due ignaziani e uno valtortiano – nelle seguenti date:

  • da lunedì 31 luglio a sabato 05 agosto, a Pistoia (PT) – valtortiani
  • da lunedì 21 a sabato 26 agosto, a Maguzzano (BS) – ignaziani
  • da lunedì 04 a sabato 09 settembre, a Canevara (MS) – ignaziani

Esercizi Spirituali 2022

Nel 2022 si sono svolti tre corsi di Esercizi Spirituali – due ignaziani e uno valtortiano – nelle seguenti date:

  • da lunedì 01 a sabato 06 agosto, a San Cerbone (LU) – valtortiani
  • da lunedì 22 a sabato 27 agosto, a Maguzzano (BS) – ignaziani
  • da lunedì 05 a sabato 10 settembre, a Canevara (MS) – ignaziani

Esercizi Spirituali 2021

Nel 2021 si sono svolti tre corsi di Esercizi Spirituali di sant’Ignazio, nelle seguenti date:

  • da lunedì 14 a sabato 19 giugno, a San Cerbone (LU)
  • da lunedì 23 a sabato 28 agosto, a Maguzzano (BS)
  • da lunedì 06 a sabato 11 settembre, a Canevara (MS)

Per continuare gli Esercizi Spirituali nella vita di tutti i giorni

Chi ha fatto gli Esercizi Spirituali si rende conto di quanto sia importante mantenere il fervore acquisito in quella settimana anche durante la vita di tutti i giorni. S. Ignazio infatti pensava gli Esercizi solo come una “pista di lancio”, un inizio per una conoscenza, amore e sequela di Cristo sempre da approfondire.

Contemplazioni con “I misteri della vita di Gesù Cristo Nostro Signore” – per chi ha già fatto gli Esercizi Spirituali

Sant’Ignazio stesso aveva preparato un’apposita sezione degli Esercizi come traccia delle contemplazioni da fare e rifare quotidianamente. Si tratta dei numeri dal 261 al 312, chiamati anche “I misteri della vita di Nostro Signore Gesù Cristo”.

Gli episodi proposti vanno dall’Annunciazione a Pentecoste, e sono per grande parte sovrapponibili ai Misteri del s. Rosario. Che cos’è infatti, questa santa devozione, se non il farsi guidare dalla Vergine Maria nella conoscenza dei misteri della Salvezza? Non a caso, enunciando ogni mistero, decina dopo decina, si dice: “si contempla”.

Anche storicamente, la recita del s. Rosario è fiorita particolarmente dal 1500, con la definizione ‘canonica’ della seconda parte dell’Ave Maria, e della forma delle decine e delle corone. Questo secolo aveva visto grandi sconvolgimenti nella Chiesa con la cosiddetta Riforma Protestante; la risposta dei santi – tra cui, ad esempio, santa Teresa d’Avila – è stata quella di riportare l’attenzione a Gesù nella Sua santissima umanità.

Con sant’Ignazio si può quindi imparare anche un modo nuovo di recitare il Rosario, cioè come vera e profonda contemplazione di Gesù attraverso Maria. Al di là della forma e dei misteri canonici, donati a tutti dalla sapienza della Chiesa, Madre e Maestra, con ogni Ave Maria chiediamo alla Madre di Dio di introdurci nel mistero della santissima umanità di Gesù, Verbo fatto Carne; ci lasciamo accompagnare in quei dettagli che – senza ombra di curiosità frivola – facciano scendere nel cuore la conoscenza, perché diventi esperienza e ricordo; perché Gesù diventi l’amico, il maestro, l’amato. Alla Vergine Santa ci affidiamo, continuamente e saldamente, per conoscere, amare e quindi servire Gesù Nostro Signore.

Questa è la santa ‘arma’ spirituale per cambiare noi stessi, e – a Dio piacendo – riconvertire il mondo.

Commento agli Esercizi Spirituali – per chi non li conosce o li vuole approfondire

Per chi non conosce gli Esercizi Spirituali, o ha desiderio di approfondirli metodicamente, la Fondazione propone delle serate dedicate. Il terzo “lunedì valtortiano” del mese infatti è costituito solitamente dal commento introduttivo agli Esercizi.

I video degli Esercizi Spirituali sono trasmessi in diretta sul canale YouTube della Fondazione, dalle ore 21,15, e possono essere poi visti in ogni momento dalla stessa piattaforma.

Archivio dei corsi già svolti